Medio Oriente. Che “Passione”! Il caso della Siria

 Il progetto sperimenta un’attività propedeutica alla geopolitica, calibrata sull’età anagrafica e scolare degli alunni partecipanti. Come la lingua madre, la lingua straniera serve per comunicare riflessioni ed emozioni e anche per questo il progetto “utilizza” due lingue straniere diverse, l’inglese e il francese, lo strumento di comunicazione è valido in sè perché sono le contingenze a determinare la lingua più adatta da usare. Attraverso le fonti di informazione, la quotidianità propone anche in maniera insistente, le vicende relative alla migrazione, la quotidianità propone, anche in maniera insistente, le vicende relative alla migrazione. Gli ambiti disciplinari coinvolti sono italiano e scienze.

Ecco i link al materiale del progetto:

studenti